BLOG
4 giugno 2017

Come progettare una cucina

by Bruno Interni

Per progettare una cucina con intelligenza, dovete prendere in considerazione in primo luogo il vostro stile di vita a cui adattare le esigenze di design e di funzionalità, ricordatevi che l’acquisto di una cucina è un evento importante nella vita di una famiglia.

Per questo potreste rivolgervi ad un progettista esperto di arredamento cucina, che elaborerà un progetto accurato che individui la disposizione più logica degli elementi.

E’ necessario partire dalla tipologia di disposizione adatta al vostro spazio. Cucina con isola? penisola? lineare? o solo un angolo cottura? La sfida più grande quando si progetta una cucina è combinare gusto e funzionalità. Spesso le cucine presentate sulle riviste di settore o esposte negli showroom trovano largo consenso, ma non sempre è possibile trasferire quelle composizioni allo spazio realmente a disposizione.

Passo successivo è capire se scegliere cucina con maniglia o con gola, con zoccolo o sospesa e soprattutto quali materiali scegliere, a partire da quelli inseriti nella stanza cucina, ovvero pavimenti, rivestimenti e colori.

In commercio si trova una grande varietà di materiali con cui è possibile decorare le pareti con eleganza. Il tipo di materiali da utilizzare per le vostre pareti va scelto in base alle dimensioni della vostra cucina. Un materiale troppo imponente potrebbe pesare su una cucina piccola. Per quanto riguarda il colore delle pareti, potete sperimentare un po’di più. Ci sono una miriade di soluzioni per la pavimentazione di una cucina. Per quanto riguarda il pavimento della cucina, l’igiene dovrebbe essere il fattore principale. È più conveniente optare per un pavimento di facile manutenzione. Pertanto, legno, marmo o ceramica sono tra i rivestimenti più pratici, mentre il tappeto è da evitare. In ultima analisi, rimane una questione di gusti. Tuttavia, tenere a mente che i pavimenti in legno riscaldano qualsiasi spazio, ma hanno bisogno di un po’più di manutenzione, soprattutto se in casa indossate le scarpe.

Successivamente o in concomitanza occorre definire quali materiali inserire nei mobili della cucina, a partire dal rivestimento delle ante e dal piano di lavoro.

Partiamo dal sottolineare che non esiste un materiale che possa essere considerato “ il migliore “ per il piano di cucina: ogni materiale ha dei pro e dei contro. I piani in laminato danno alla cucina una sensazione di caldo , i top in ceramica richiedono una pulizia costante per mantenerli in buone condizioni. I piani in marmo o granito sono più robusti e più facili da mantenere e aumentano il valore della vostra casa in modo considerevole, ma potrebbero macchiarsi. Per un budget limitato esistono piani in laminato di grande qualità che imitano l’aspetto delle superfici in pietra. Se si opta per il vetro, vernici, acciaio, legno o plastica, questa sarà una questione sia di prezzo che il gusto. Oltre alla durabilità del materiale, ci sono altri aspetti da considerare prima di prendere una decisione, come ad esempio la consistenza ed il colore .

Oltre ad un attento esame del vostro stile di vita, personalità e gusto, è necessario valutare il budget a disposizione ed i vostri obiettivi a breve e lungo termine. Un consulente vi può aiutare nella progettazione dell’arredamento della vostra cucina, guidandovi nella scelta dello stile e dei materiali.

Vi abbiamo presentato un racconto sulla progettualità dello spazio cucina, affrontando i punti più significativi del processo,

vi aspettiamo in negozio per individuare insieme la cucina giusta per voi!

Share this:

Leggi anche

23 ottobre 2017

Gio Ponti_ Biografia

Giovanni Ponti, detto Gio (Milano, 18 novembre 1891 – Milano, 16 settembre 1979), è considerato uno dei maestri dell’architettura italiana,

Read More

9 giugno 2017

” La salute vien dormendo “

Il sonno è incredibilmente importante, addirittura indispensabile per la nostra sopravvivenza, permette il recupero delle energie, ma anche il consolidamento della memoria.

Read More

2 febbraio 2017

Una cucina senza maniglie

Bruno Interni vi presenta la VVD Kitchen Dada di Vincent Van Duysen, una cucina senza maniglie sofisticata e minimalista.

Read More